Da domani al Gran Teatro Geox la grande musica internazionale

ben_harper_remirealrock2017

Da domani al Gran Teatro Geox: Spandau Ballet, Ben Harper, John Butler Trio + La grande musica internazionale a Padova

Spandau Ballet
giovedì 25 ottobre 2018, ore 21:30
Gran Teatro Geox – Padova

Hanno fatto la storia della musica con oltre 25 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, il 6 giugno hanno debuttato, in un live super sold out a Londra, con la nuova formazione che vede alla voce il giovane talento Ross Williams, ora arrivano in Italia con tre date imperdibili! Domani al Gran Teatro Geox di Padova.
Gli Spandau Ballet hanno inoltre fatto sapere che c’è un nuovo album all’orizzonte. La band anticipa inoltre che Martin Kemp avrà un ruolo nel musical “Chicago” negli Stati Uniti, Gary in una pièce di Harold Pinter. Lo stesso Gary sta scrivendo il musical sugli Spandau Ballet, che debutterà a Londra a fine 2019: “Ripercorre la nostra storia come il documentario ‘Soul Boys Of The Western World’ ma non è un epilogo, è una ripartenza”.

Ben Harper and his Band
venerdì 26 ottobre 2018, ore 21:00
Gran Teatro Geox – Padova

Dopo il suo album di debutto nel 1994, Welcome to the Cruel World, Ben Harper ha pubblicato diversi album in studio di grande successo tra cui Fight For Your Mind, The Will to Live, Burn to Shine, Diamonds on the Inside, Lifeline (nominato ai GRAMMY) e Call It What It Is nel 2016. Tutti questi progetti hanno visto la collaborazione con The Innocent Criminals, band formata da Leon Mobley (percussioni), Juan Nelson (basso), Oliver Charles (batteria) e Jason Mozersky (chitarra). Il gruppo, che si è sempre esibito live assieme a Ben in giro per il mondo, si distingue per la diversità di generi musicali a cui i vari componenti appartengono e che in una qualche maniera rende ciascun musicista complementare all’altro.
Ben Harper è considerato come uno degli autori e performer più incisivi e influenti di sempre, in grado di trascendere i generi musicali e parlare di temi personali così come di argomenti politici. Rolling Stone lo ha definito “un artista capace di creare un genere unico e squisitamente delicato nell’essere rock & roll”, mentre Entertainmnet Weekly ha elogiato “la sua profondità” e Billboard ha dichiarato che la sua musica “ci ricorda il potere e la bellezza della semplicità”.
Tour sold-out in tutto il globo, dischi volati direttamente nelle top10 delle classifiche statunitensi, certificazioni Oro e Platino in tutto il mondo e performance incredibili hanno fatto di Ben Harper e della sua band delle vere e proprie superstar mondiali.
John Butler Trio +
+ Bobby Alu
sabato 27 ottobre 2018, ore 21:30
Gran Teatro Geox – Padova

Acclamato per le brillanti esibizioni dal vivo e la superba musicalità, il John Butler Trio è una delle formazioni australiane di maggior successo nell’attuale panorama musicale mondiale. Il trio nel 2018 si amplia con l’aggiunta di due membri nella forma di John Butler Trio +. Dopo un tour costellato di successi in Australia con il nuovo live, anche il pubblico europeo sarà catturato da uno spettacolo dal vivo più ampio e dinamico, basato sui brani tratti dal nuovo album e la rivisitazione di grandi classici quali Betterman, Zebra e What You Want.
Il prossimo album in studio, il primo da Flesh + Blood che vinse l’ARIA nel 2014, è una creazione molto personale di brani che riflettono il pensiero quotidiano, la famiglia e i viaggi.
Biglietti disponibili in cassa, su zedlive.com, ticketmaster.it e presso i punti vendita autorizzati.

Diario di bordo da Miss Stella del Mare



Miss Stella del Mare, Diario di bordo dalla Costa Magica, 23 Ottobre 2018


Come ogni giorno ci siamo collegati con Costa Magica per ricevere un breve reportage sul concorso Miss Stella del Mare che per una settimana si svolgerà in crociera sul Mediterraneo, ecco cosa ci è stato raccontato;
Nella mattinata di ieri le stelline del concorso hanno sfilato in bikini nell’area della piscina  esterna della Costa Magica e poi hanno fatto un po’ di animazione ballando e intrattenendo gli ospiti.
C’era molta gente e tutti si sono divertiti.


In serata si è svolto il Gran Galà dove le Miss hanno sfilato in abito elegante e hanno ballato con gli ufficiali della nave mentre  Stephanie Bellarte, miss Stella del Mare 2017, ha ballato col capitano.
L’evento si sta svolgendo come  da programma e ogni giorno le ragazze, che sono quaranta, si impegnano a partecipare ai corsi dell’accademia di Antonella Marcon cercando di carpire segreti e consigli dagli illustri personaggi del mondo dell’intrattenimento e professionisti della televisione del cinema. 





Segui in real time su:
https://www.facebook.com/MissStellaDelMare

Quaranta Miss a bordo di Costa Crociere

In occasione della finale nazionale di Miss stella del mare 2018, sabato 20 ottobre da Savona a bordo di Costa Crociere, 40 stelline provenienti da tutta Italia con un bagaglio pieno di sogni e speranze, durante la crociera parteciperanno all’accademia di bordo e si contenderanno la prestigiosa corona.

Oltre alle ragazze saranno presenti personaggi dello spettacolo e della televisione, i quali dispenseranno consigli e competenza nel ruolo di coach per l’accademia di bordo ed accompagnare le Stelline alla finale di Sabato 27 ottobre.

Un Cast eccezionale per le coreografie con Giampiero Gencarelli coreografo della Rai in collaborazione con Antonio Fiore noto coreografo e ballerino; in veste di Presidente della giuria ci sarà Daniel Mc Vicar attore americano ammirato in tantissime produzioni di successo, lo ricordiamo sopratutto nel ruolo di Clark nella regina delle fiction mondiali, tutt’oggi in onda su tutti i maggiori canali tv “Beautiful”.

Sono presenti anche la modella, showgirl e attrice cubana Ariadna Romero, Pierpaolo Petrelli di Striscia la Notizia e la cantante, scrittrice, poeta e attrice Alessandra Nicita; inoltre in giuria troveremo anche Stephanie Bellarte Miss Stella del Mare 2017 che sabato prossimo dovrà cedere la corona.

La presentatrice ufficiale selezionata da Filippo Russo ed il suo staff è Ariadna Romero attrice e modella con lei sul palco il carismatico Filippo Ferraro di RDS.

Potete seguire gli aggiornamenti giorno per giorno seguendo il nostro Facebook!

SARAH STRIDE ‘PRIMA CHE GLI ASSASSINI’ il nuovo album in uscita il 23 novembre

 

sarahstride_album

SARAH STRIDE ‘PRIMA CHE GLI ASSASSINI’ il nuovo album in uscita il 23 novembre

ARTIST: SARAH STRIDE
ALBUM: PRIMA CHE GLI ASSASSINI
LABEL: I DISTRATTI
RELEASE DATE: 23 NOVEMBRE 2018

tracklist:
Schianto – I Pensieri Assassini – I Barbari – Divagare – Megasentimento
Il Figlio Di Giove – Le Catene Corte – L’Uomo D’Oro – Un Esercito – La Torre – Madre

_________________________________________

Sarah Stride è una mosca bianca appoggiata a un muro nero.
Sarah Stride spicca, è speciale, differente.
Sarah Stride non assomiglia a niente di già presente nella scena musicale italiana.
In costante evoluzione, porta avanti un percorso tutto suo, a costo di pagarla cara.
Un percorso in cui la sua inconfondibile voce si tinge di mille sfumature, per poi passare improvvisamente al bianco e nero.
Con uno stile cantautorale assolutamente unico, Sarah Stride ha dato un assaggio della sua peculiarità con l’EP “Schianto” (2017) e ora torna con un album, “Prima Che Gli Assassini”, che riprende i quattro brani dell’EP e affianca loro sei inediti e un omaggio a Franco Battiato (“La Torre”). Realizzato in collaborazione con Kole Laca (Il Teatro degli Orrori, 2Pigeons) e Manuele Fusaroli (The Zen Circus, Nada, Andrea Mirò), il disco mette in risalto le sonorità del tutto personali dell’artista: c’è il rock e c’è l’elettronica più industrial, a fare da tappeto a una voce che riporta alla memoria i timbri tipici delle grandi interpreti degli anni ’60 – Mina, Ornella Vanoni, Nada – e che a tratti rimanda anche agli anni ’80 della Bertè. Una voce, quella di Sarah, che in alcuni momenti, d’un tratto, quasi nevroticamente, si comprime e si scurisce, per poi esplodere in sprazzi di suoni dal sapore internazionale.

Tante le influenze che hanno contaminato lo stile di Sarah: nelle sue composizioni – non nei suoni – si può percepire persino un accenno etnico. Conseguenza, questa, della sua volontà di non perdere mai di vista la realtà che la circonda, e da quando vive in una metropoli come Milano quella realtà è multicolore. Tale attitudine si traduce in una musica ricca di sfumature che esprime i sentimenti più diversi e contrastanti: dalla dolcezza alla confusione, dalla rabbia alla speranza. Con “Prima Che Gli Assassini” Sarah Stride mette in scena una lotta interiore e una schiettezza che spiazzano piacevolmente l’ascoltatore, e così facendo si propone come un’artista che finalmente prende posizione nei confronti degli avvenimenti del mondo.

I testi, scritti a quattro mani con Simona Angioni, sono frutto di visioni intimistiche, ma condivisibili. Testi rari e incisivi, che toccano la mitologia rapportata alla pericolosa deriva dei nostri tempi, tenendo come protagonista assoluto l’umanità. Sarah Stride fotografa l’essere umano dei nostri tempi, con le sue contraddizioni e i suoi miti decaduti e in decadenza. Prova a trovare soluzioni, analizza, scende nel dettaglio. Con la sua capacità di osservazione, con la complicità di Angioni, cerca di dialogare con i suoi simili, tutti noi, rendendo chiaro che nel futuro ci sono “giorni in cui va tutto bene” e altri in cui “sirene chiamano per arruolarti”. Ma anche che ciascuno, tra cadute e schianti, deve trovare la forza e la motivazione per pretendere “il suo posto ad alta voce” e trovare una via, un passaggio differente, personale, unico.

“I brani di questo disco sono tutto ciò che si è salvato, che è riuscito a rimanere integro e immediato prima che gli assassini che abitano la nostra mente arrivassero a rovinarli. Abbiamo raccontato solo quello che per noi era davvero necessario, nessuna frizione tra il mondo delle parole e quello del suono, come fossero due attori pronti al dialogo. Noi gli abbiamo solo offerto un palco nudo, senza scenografia, né cosmetica”. Sarah Stride

“…la voce di Sarah è un vero schianto. Una cantautrice talentuosa fuori dagli schemi…” –
CORRIERE DELLA SERA
“Schianto” è un ep che concentra la forza di una voce che sa essere profonda di sfumature sixties quanto tagliente come l’asciuttezza punk di un grido in solitudine” –
ROCKIT.IT
“…con il suo Ep, Schianto, fa quattro passi un delirio molto interessante e nuovo.” –
INTERNAZIONALE
Sarah Stride è una cantautrice italiana, attiva sulla scena indipendente con album, performance, live, video arte, happening e piece teatrali, ricerca, pubblicazioni e laboratori nel campo dell’arte-terapia in ambito psichiatrico, pubblicità e collaborazioni sia dal vivo sia in studio con artisti italiani e internazionali tra cui Ivano Fossati, Aldo Nove, Carlo Boccadoro, La Crus, Renato Garbo, Masbedo, Howie B, e altri ancora.
“Sarah Stride” è primo album solista (Cramps-Edel), pubblicato nel 2012 e che ha attirato l’attenzione della stampa di settore per l’imponente personalità vocale. Nello stesso anno viene pubblicato “Canta Ragazzina” (FB22records) un album di celebri brani maschili anni ’60 riarrangiati in chiave alt-rock.
L’intensa attività live, proposta in varie declinazioni (da quintetto a duo) ha portato la formazione ad aprire importanti concerti di artisti italiani e internazionali tra cui Eugenio Finardi, Rokia Traoré, Erlend Oye (King of Convenience), Television…
Nel dicembre del 2016 esce “Il Figlio di Giove” in anteprima per SentireAscoltare, primo estratto dall’album previsto per l’autunno 2018 nato in collaborazione alla produzione di Kole Laca (Il Teatro degli Orrori, 2Pigeons) e Manuele Fusaroli (The Zen Circus, Nada, Andrea Mirò), lavoro che abbandona le consuetudini alternative rock dei precedenti per affidarsi all’elettronica più minimale e violenta del nuovi produttori artistici.
Sempre come anticipazione del nuovo album, nell’aprile 2017 in anteprima per Rockit esce “Schianto” il nuovo EP di 4 brani scritti insieme a Simona Angioni, lavoro che incuriosisce e interessa molto la stampa di settore, dove vengono messi in connessione mondi decisamente diversi, quello della melodia italiana con una serie di riferimenti sonori e melodici che vanno indietro fino agli anni ’60 e ’70 di voci storiche come Nada, Mina, Mia Martini, Antonella Ruggiero (periodo Matia Bazar) ed il mondo dell’industrial rock, un sound decisamente inedito, che a prima vista può forse sembrare inconciliabile ma che in realtà, grazie all’astute scelte di produzione dei brani di Kole Laca e Fusaroli, rende tutto straniante ma confortevole.
I due singoli dell’abum, I Barbari e Megasentimento sono stati presentati in anteprima rispettivamente da Rockerilla e Rolling Stone.
Nel giugno 2017 è vincitrice del primo premio giuria del concorso nazionale Musica da Bere e nel 2018 è arrivata tra gli 8 finalisti del Premio Buscaglione, tra i 16 finalisti di Muscultura, e sta aprendo i concerti di importanti artisti nazionali ed internazionali (Morgan, Morcheeba, Joan As Police Woman, Jack Jaselli..)
SARAH STRIDE:
FACEBOOK: https://www.facebook.com/sarahstridemusic/
WEB: https://sarah-stride.blogspot.com/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/user/sarahstride79/videos
SPOTIFY: https://bit.ly/2EpS9cL
ITUNES: https://itunes.apple.com/it/album/schianto-ep/id1220533153

Promozione e informazioni per media:
Ja.La Media Activities S.r.l.
www.jalamediaactivities.com /
www.facebook.com/ja.lamediaactivities –
Twitter:@JaLaMedia
https://www.instagram.com/jalamediaactivities/